Moana

Non c’è una madre, non c’è un padre, ne un amante appassionato che possano accogliere come mi hai accolto tu, Moana, oceano grande, oggi, quando sono tornata da te. Eri bello fresco, per trasmettermi l’energia di cui ho bisogno, per abbattere la stanchezza dovuta al lungo volo necessario a ricadere nelle tue braccia; mi hai accarezzata con le tue alghe, mandando le più morbide sulla mia pelle, soffici come spugne marine. Ti sei vestito del tuo azzurro più bello, simile a quello del mio vestito della festa, ma trasparente, con quella trasparenza luminosa che ti rende unico. Hai mandato a darmi il benvenuto una moltitudine dei tuoi piccoli pesci azzurri accorsi intorno a me, poi altri più chiari, quasi fosforescenti. Mi hai fatto avvolgere nella loro nuvola vivente. Non volevi più che uscissi dalle tue acque, trascinandomi con la tua corrente verso quella barriera di coralli che tanto amo, con tutti i suoi splendidi colori.

Sono tornata Moana, e non ti lascerò.

Annunci

3 risposte a "Moana"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...